My Korian

ANZIANI E ZANZARE: ALCUNI CONSIGLI PER RIDURRE RISCHI E PRURITO

 

Con l’arrivo dell’estate insieme al caldo e alla voglia di vacanze arrivano anche le tanto odiate zanzare, maledette da tutti e presenti ovunque.
E, ancora una volta, ad essere più a rischio sono senza dubbio gli anziani.

 

E’ infatti fondamentale non sottovalutare i danni, a volte anche gravi, che le punture di zanzara possono causare come le lesioni cicatriziali, dei lievi sanguinamenti causati da uno sfregamento prolungato e, nel peggiore dei casi, delle reazioni allergiche che possono addirittura portare ad uno shock anafilattico.

 

Per prevenire i danni si possono però adottare delle semplici accortezze.

Come rimedi alle zanzare è dunque fortemente consigliato non aprire le finestre senza zanzariere nelle ore notturne, non uscire indossando capi neri o rossi o evitare di passeggiare in prossimità di zone particolarmente umide. Risulta al contrario molto utile portare sempre con sé salviette e stick repellenti, installare oltre alle zanzariere anche delle lampade o dei piccoli forni elettrici anti-zanzara, far eseguire una curata disinfestazione ambientale o accendere i già noti zampironi.

 

Per evitare di diventare un bersaglio facile delle zanzare può essere utile anche prestare una particolare cura all’alimentazione. Frutta, verdura, yogurt e prebiotici fungono infatti da antiossidanti e possono aiutare ad alzare le difese immunitarie contro le zanzare mentre gli alcolici e i cibi grassi sembra invece che le attirino.

 

Quando le persone anziane vengono punte è inoltre essenziale adottare delle piccole accortezze per limitare i danni e il dolore. Tra i migliori rimedi per alleviare il dolore di una puntura di zanzara c’è il consiglio di applicare del ghiaccio avvolto in un panno morbido sul pomfo, adoperare una crema a base di cloruro di alluminio o bagnare la puntura con alcune gocce di una soluzione a base di acqua e sale. Per alleviare il prurito anche se solo per qualche istante di sollievo si può anche circoscrivere il pomfo esercitando una leggera pressione con l’unghia o strofinarlo con un pezzo di allume di rocca. Si possono inoltre scegliere creme, unguenti, pomate, oli formulati e rimedi preventivi prodotti con ingredienti naturali in erboristeria o specifici articoli farmacologici reperibili in farmacia.

 

Per evitare eventuali infezioni si consiglia inoltre di lavare e disinfettare sempre il pomfo, di rimuovere lo spray o le eventuali lozioni insetto-repellente dalla cute prima di andare a dormire e di consultare il proprio medico prima di utilizzare pomate a  base di corticosteroidi.

 

Quando si viene punti inoltre è assolutamente sconsigliato grattarsi, coprire la puntura con dell’ammoniaca, applicare lozioni anti-zanzare su ferite o piaghe già esistenti e applicare prodotti insetto-repellente in caso di ipersensibilità a una delle sostanze contenute nell’articolo.

 

In caso di punture multiple è necessario inoltre avvertire il proprio medico curante o, in caso di malore visibile, allertare i soccorsi sanitari dal momento che queste possono talvolta essere responsabili di reazioni allergiche importanti in grado di portare a loro volta ad uno skock anafilattico importante.

 

Gli utenti hanno guardato anche:

RSA Milano Santa Marta

Milano

Scopri i dettagli

San Nicola

Sassari

Scopri i dettagli

Casa di Riposo Residenza Formigine

Formigine

Scopri i dettagli