Formazione

Korian e la formazione

Korian, come ogni azienda, si trova ad operare in un ambiente in costante cambiamento, caratterizzato da continua evoluzione tecnologica, profondi mutamenti nelle professioni e incalzante bisogno di flessibilità. Tale scenario ha reso sempre più cruciale il ruolo dell’apprendimento continuo, inteso come crescita di competenze, conoscenze e capacità, a garanzia dell’alta professionalità del personale.

In quest’ottica e al fine di garantire ai propri Clienti una costante, uniforme ed elevata qualità del servizio, Korian ha creato un proprio Centro di Formazione permanente, certificato UNI en ISO 9001-2008 e accreditato con la Regione Lombardia, che supporta ed organizza le varie attività formative del personale, tenendo conto delle strategie di sviluppo del Gruppo, delle potenzialità e delle criticità esistenti, nonché dei bisogni espressi dalle singole realtà.

Riconoscendo l’importanza del ruolo della formazione nel settore socio-sanitario, il centro dedica corsi di aggiornamento a tutte le risorse specializzate (medico-assistenziali e gestionali-amministrative), nella logica di fornire agli Operatori percorsi formativi idonei a potenziare le loro capacità tecniche e relazionali per meglio comprendere e rispondere alle esigenze dei Clienti.

Il Centro di Formazione inoltre collabora con l’ufficio Marketing alla realizzazione di convegni a livello nazionale ed internazionale.

Attività del Centro di Formazione

Convegni istituzionali *

Giornate formative per Assistenti Sociali *

Corsi di formazione specialistica *

più di 1.300 persone formate ogni anno

più di 10.000 ore di formazione erogate ogni anno

* più di 500 attestati ECM (Educazione Continua in Medicina) rilasciati ogni anno

Tematiche affrontate

  • Sicurezza sui luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08)
  • Capacità manageriale
  • Rischio clinico
  • Formazione specifica (argomenti di tipo tecnico-specialistico dell'ambito sanitario e assistenziale)
  • Buone prassi, umanizzazione della cura e lettura degli indicatori di maltrattamento
  • Ergoformazione
  • Formazione in merito all'introduzione di nuovi applicativi (es. ADP, Equipe, CRM, ecc...)
  • Formazione linguistica

Guarda il video

Il Gruppo Korian progetta e offre servizi d'avanguardia, pensati sulle esigenze in via di trasformazione degli anziani e delle loro famiglie e investe sulla formazione e la crescita del proprio personale, fattore principale della qualità del servizio.

Filtra per anno:

LA GESTIONE DELLA PRESTAZIONE – LOGICHE E STRUMENTI

Tema: FORMAZIONE MANAGERIALE
Anno: 2016

OBIETTIVI FORMATIVI

  • Migliorare la capacità dei manager di gestire il processo di crescita professionale dei collaboratori in termini di trasparenza, equità ed omogeneità.
  • Sviluppare o affinare le capacità di coaching, utilizzo degli strumenti aziendali (scheda di assegnazione obiettivi, job description, scheda sul fabbisogno formativo), gestione del colloquio di feed-back
  • Conoscere gli strumenti operativi per la gestione del colloquio di assegnazione e valutazione degli obiettivi

CONTENUTI

Nel 2016 Korian Italia ha deciso di adottare il processo di Valutazione della Prestazione come strumento organizzativo che ha inizio con il colloquio di assegnazione degli obiettivi da parte dei responsabili nei confronti dei loro collaboratori. Questo corso fornisce ai partecipanti gli strumenti teorici e pratici per poter sostenere il colloquio di assegnazione degli obiettivi e in generale il processo di crescita dei collaboratori.

DESTINATARI

Direttori Gestionali e Responsabili di Settore delle funzioni di staff

DURATA

1 giornata (8 ore)

FORMAZIONE MANAGERIALE PER RESPONSABILI DI FUNZIONE

Tema: FORMAZIONE MANAGERIALE
Anno: 2016

OBIETTIVI FORMATIVI

Sviluppare nei partecipanti la capacità di comprendere cosa accada nell’organizzazione di lavoro, a loro stessi e ai colleghi, per cercare di realizzare azioni che siano più congruenti ai dati di realtà. Il corso si propone di sostenere i responsabili di funzione nel provarsi sul campo con modalità innovative di gestione del proprio ruolo. L’obiettivo non è soltanto lo sviluppo della professionalità dei singoli, quanto la crescita del gruppo dei responsabili di funzione della sede.

CONTENUTI

  • L’interpretazione dei ruoli di autorità e le relazioni con l’autorità
  • I processi di comunicazione
  • Comprendere e gestire fatiche, stress, motivazioni
  • La dimensione etica nel lavoro
  • I processi di delega e responsabilizzazione
  • L’organizzazione e la gestione delle priorità

DESTINATARI

RESPONSABILI DI FUNZIONE (STAFF DI SEDE)

DURATA

6 giornate (48 ore)

COMPETENZE MANAGERIALI PER LA QUALITÁ DEL SERVIZIO – IL RUOLO DEL COORDINATORE E LA GESTIONE DELLE PERSONE

Tema: FORMAZIONE MANAGERIALE
Anno: 2016

OBIETTIVI FORMATIVI

  • Comunicare i valori del gruppo Korian e tradurli in comportamenti da agire nel ruolo di Coordinatore, con particolare riferimento all’area di gestione delle persone e della squadra
  • Identificare il proprio stile gestionale e riflettere sulle conseguenze delle attività di gestione delle persone

CONTENUTI

Il corso parte dall’approfondimento sul ruolo del Coordinatore all’interno delle strutture Korian passando poi ad affrontare temi fondamentali come la capacità di dare feed-back ai propri collaboratori e di delegare alcune attività. Questa attività formativa vuole anche essere l’occasione per i Coordinatori di “fare gruppo” e condividere i problemi e le situazioni che usualmente si trovano a dover affrontare.

DESTINATARI

Coordinatori dei Servizi e Coordinatori Infermieristici

DURATA

2 giornate (16 ore)

MOVIMENTAZIONE MANUALE PAZIENTI (MMP)

Tema: FORMAZIONE SICUREZZA
Anno: 2015

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire raccomandazioni per il personale infermieristico, fisioterapico, assistenziale e medico nell’intento di contribuire a ridurre il numero e la gravità dei disturbi muscoloscheletrici dovuti alla movimentazione dei pazienti. L’attuazione di metodi corretti di sollevamento e riposizionamento riduce e/o previene in misura considerevole i disturbi muscoloscheletrici di origine professionale.

CONTENUTI

  • Cenni alla normativa di riferimento (Decreto Lgs. 81/08)
  • Valutazione dei rischi legati alla Movimentazione Manuale dei Pazienti
  • Cenni di anatomia e fisiologia
  • Strumenti conoscitivi utili a valutare il rischio legato a tale attività
  • Tecniche di movimentazione e utilizzo degli ausili

DESTINATARI

OSS, ASA, Infermieri, Fisioterapisti, Medici

DURATA

6 ore (3 ore teoria + 3 ore pratica)

IL LINGUAGGIO DELL'ACCORDO

Tema: FORMAZIONE RELAZIONALE
Anno: 2015

OBIETTIVI FORMATIVI

Parlare, scrivere, convincere, negoziare, trovare punti d’incontro. Saper aprire, tra i canali percettivi dei propri interlocutori, quelli più favorevoli alla percezione di un certo messaggio: razionali, emotivi, cognitivi, esperienziali. Saper allontanare i dubbi o saper generarli, saper rispondere alle domande o generarle. Capire come scatenare la creatività di un gruppo, e poi saper controllare, ammorbidire, reincanalare, o superare le resistenze o gli eventuali spunti polemici durante una riunione. Gestire lo stress proprio e dell’interlocutore e trasformarlo in tensione positiva.

CONTENUTI

Gestire una struttura sanitaria significa mettersi in relazione non solo con un pubblico istituzionale ma anche saper gestire il personale, i clienti e i loro familiari. Per questo è importante saper leggere, gestire e orientare le relazione con l’interlocutore nei momenti di potenziale conflitto.

IL RISCHIO CLINICO IN RSA

Tema: FORMAZIONE SPECIALISTICA
Anno: 2015

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si pone l’obiettivo di costituire presso tutte le strutture coinvolte una équipe facilitante per il monitoraggio del rischio clinico e la promozione di azioni di miglioramento a partire da ogni singolo operatore.

Gli obiettivi specifici del corso sono l’acquisizione di competenze di base per l’analisi degli eventi avversi e delle situazioni di rischio, l’acquisizione di competenze di base per l’implementazione di misure di prevenzione del rischio, l’approfondimento della procedura e della modulistica di riferimento presso le strutture e la definizione dei gruppi facilitanti presso le strutture.

CONTENUTI

Il settore sanitario rappresenta uno tra i sistemi organizzativi più complessi nel quale l’elevata possibilità di incidenti è legata alla complessità dei casi trattati, dalla articolata ed eterogenea componente umana in azione e dalla molteplicità delle tipologie di prestazioni erogate.

Le iniziative del Risk Management si configurano come strumenti idonei al controllo e riduzione del rischio clinico; per ottenere tale obiettivo è necessario operare nell’ambito di varie fasi: conoscenza ed analisi dell’errore, individuazione e correzione delle cause di errore, analisi del processo, analisi degli effetti, monitoraggio delle misure di prevenzione dell’errore ed implementazione con sostegno attivo delle soluzioni proposte. L’obiettivo dei sistemi di controllo e di coordinamento interni alle RSA è quello di operare delle scelte strategiche per ottenere un Risk Management efficace.

DESTINATARI

Il corso è rivolto a Medici, Infermieri, Fisioterapisti, Terapisti occupazionali, Psicologi e altre figure non sanitarie come i Referenti Gestione Qualità, i Direttori Gestionali che operano nelle strutture di Korian in Italia.

DURATA

1 giornata (8 ore)

SE L'AMORE MAL_TRATTA

Tema: Buone prassi, umanizzazione della cura e lettura degli indicatori di maltrattamento
Anno: 2014

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire una riflessione sul maltrattamento psicologico nel lavoro di cura con l’anziano fragile

CONTENUTI

Il mal trattamento psicologico, non è identificabile con il termine “maltrattamento” tout court, è un fenomeno in cui sono presenti sentimenti complessi, che accompagnano e sopravvengono sia il caregiver ma anche lo stesso anziano che può agire con forme di mal trattamento psicologico nei confronti di chi lo cura.

LE CURE DI FINE VITA NEL MALATO CON DEMENZA TERMINALE

Tema: Buone prassi, umanizzazione della cura e lettura degli indicatori di maltrattamento
Anno: 2013

OBIETTIVI FORMATIVI

L’intervento formativo si propone come un momento di aggiornamento professionale importante
per il Gruppo Segesta data la significativa presenza di malati con demenza ricoverati presso le
proprie strutture. Obiettivo della giornata è condividere con i partecipanti gli strumenti per
riconoscere le fasi terminali della malattia e per intervenire nella maniera più appropriata sia dal
punto vista clinico che assistenziale.

CONTENUTI

segni responsabili di sofferenza molto simili a quelli dei malati oncologici in fase avanzata.
La fase terminale della demenza viene raramente riconosciuta e trattata in modo adeguato e
proporzionato e i familiari dei pazienti ricevono raramente informazioni complete rispetto alla
prognosi e all’approssimarsi della fase del morire.

LE CURE PALLIATIVE IN ASSISTENZA DOMICILIARE

Tema: Formazione Specifica
Anno: 2013

OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo formativo del corso è quello di ampliare le competenze tecnico relazionali degli operatori sanitari impegnati nell’assistenza domiciliare dei pazienti oncologici.

CONTENUTI

La gestione delle cure palliative in assistenza domiciliare richiede competenze specifiche sia in termini professionali che relazionali.

ETICA DELLA CURA

Tema: Buone prassi, umanizzazione della cura e lettura degli indicatori di maltrattamento
Anno: 2013

OBIETTIVI FORMATIVI

Condividere e diffondere una cultura ed un’educazione dove al centro c’è la Persona fragile con i propri bisogni e, soprattutto, con i propri desideri e le proprie aspettative.

Perché l’etica della cura diventi una “filosofia” di lavoro, perché curare è un modo per comunicare, perché la cura della fragilità ha bisogno di competenza, fantasia, eccellenza e passione.

CONTENUTI

Il lavoro di cura implica motivazione, impegno e competenza. Per questo motivo Segesta ha proposto un percorso formativo rivolto a tutte le figure professionali, protagoniste del lavoro di cura nelle strutture residenziali e di lungodegenza, hospice e cure domiciliari.

Il percorso è stato declinato per ciascun profilo professionali: dalle figure professionali più vicine all’assistenza (Ausiliari Socio Assistenziali/Operatori Socio Sanitari) e quelle con funzioni trasversali (Infermieri, Educatori/Animatori e Fisioterapisti), agli operatori dell’area amministrativa e alberghiera fino alle principali figure di responsabilità (Direttori gestionali, Responsabili Sanitari, Medici, Psicologi e Assistenti Sociali).

Corso svolto presso la quasi totalità dei Servizi del Gruppo Segesta nel 2013.

ASCOLTARE COMUNICARE NEGOZIARE

Tema: FORMAZIONE RELAZIONALE
Anno: 2013

OBIETTIVI FORMATIVI

Parlare, scrivere, convincere, negoziare, trovare punti d’incontro.
Saper aprire, tra i canali percettivi dei propri interlocutori, quelli più favorevoli alla percezione di un certo messaggio: razionali, emotivi, cognitivi, esperienziali.
Saper allontanare i dubbi o saper generarli, saper rispondere alle domande o generarle.
Capire come scatenare la creatività di un gruppo, e poi saper controllare, ammorbidire, reincanalare, o superare le resistenze o gli eventuali spunti polemici durante una riunione.
Gestire lo stress proprio e dell’interlocutore e trasformarlo in tensione positiva.

CONTENUTI

Il ruolo dei Coordinatori dei Servizi all’interno di una RSA e di una Casa di Cura implica la proprietà di strumenti necessari ad operare azioni di semplificazione di situazioni, progetti e argomenti di interesse nell’ambito organizzativo, di riduzione di complessità e di problem solving strategico.

TERAPIE NON FARMACOLOGICHE E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO

Tema: FORMAZIONE SPECIALISTICA
Anno: 2012

OBIETTIVI FORMATIVI

Il percorso formativo si propone quindi di esplorare differenti dinamiche relazionali, dando ai professionisti le nozioni base sugli aspetti relazionali e gli strumenti per: osservare e conoscere lo stile relazionale del soggetto da trattare; progettare un intervento terapeutico e riabilitativo che tenga conto della modalità relazionale dell’utente; apprendere strategie relazionali che migliorino il rapporto con l’utente, le sue capacità di comprensione e interazione e, quindi, migliorino anche le performance riabilitative. Durante gli incontri formativi si potranno sperimentare, con simulazioni operative, possibili strategie atte a rendere efficaci differenti interazioni comunicative, collegate all’inserimento di terapie non farmacologiche.

CONTENUTI

I soggetti con problematiche cognitive e psichiche, presentano molte difficoltà di relazione e possono presentare disturbi comportamentali che compromettono ulteriormente la loro capacità relazionale. La qualità dell’assistenza, sia sanitaria che socio-assistenziale, in quest’ambito, passa attraverso il canale relazionale, soprattutto in quelle situazioni di residenzialità dove gli “ospiti” vivono per lungo tempo (anche anni) all’interno di una comunità. In quest’ottica i professionisti della salute sono chiamati non solo ad esercitare la loro professione attraverso le prestazioni, ma la capacità relazionale con gli utenti diventa un fattore qualificante per il raggiungimento degli obiettivi terapeutici, in particolar modo per il raggiungimento di una situazione di ben-essere.

SICUREZZA GENERALE

Tema: FORMAZIONE SICUREZZA
Anno: 2012

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di far acquisire ai neoassunti gli elementi di conoscenza generale relativamente alla normativa, al fine di favorire lo sviluppo delle competenze necessarie per una corretta ed efficace applicazione della legislazione sulla tutela e salute della sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’accertamento dell’apprendimento è svolto al termine del corso, tramite test obbligatorio a domande chiuse.

CONTENUTI

La sicurezza della propria salute durante le ore di lavoro si basa su due fattori fondamentali, formazione e controllo. Il corso “Sicurezza nei luoghi di lavoro” è obbligatorio per tutti i dipendenti, al fine di fornire gli aggiornamenti delle nuove disposizioni introdotte dal D.Lgs. 81/08 e dall’Accordo Stato Regioni del 21.12.2011 sul tema sicurezza

DESTINATARI

Tutti i dipendenti

DURATA

½ giornata (4 ore)

MODELLO ORGANIZZATIVO GESTIONE 231

Tema: Responsabilità Sociale d'Impresa
Anno: 2012

OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo del corso è quello di condividere quali sono i benefici (al di là della mera conformità) che discendono dall’attività di controllo proposta dal Modello Organizzativo 231.
Attraverso queste ore di formazione si vuole determinare, in tutti coloro che operano in nome e per conto dell’Ente, la consapevolezza di poter incorrere, nel caso di violazioni alle disposizioni riportate nel Modello, anche in sanzioni nei confronti dell’ente.

CONTENUTI

Affinché un sistema di controllo possa sopravvivere, oltre all’imposizione normativa è necessario il coinvolgimento di tutte le figure che all’interno della Struttura sono chiamate a porre in essere queste attività.
Scopo di questo corso è individuare le attività nel cui ambito possono essere commessi reati e presidiarle; prevedere specifici protocolli diretti a prevenire la commissione delle fattispecie di reato individuate; fornire indicazioni ed informazioni per una efficace attuazione ed implementazione del Modello Organizzativo.

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER I SERVIZI ACCOGLIENZA

Tema: Formazione Specifica
Anno: 2012

OBIETTIVI FORMATIVI

Il percorso formativo intende approfondire alcune specifiche aree tematiche Area marketing Area legale Area informatica Area relazionale
Il corso intende rafforzare lo spirito di supporto e collaborazione esistente tra la sede centrale e le strutture e facilitare lo scambio di esperienze tra i partecipanti.

CONTENUTI

Gli operatori dei Servizi Accoglienza di Segesta (Servizi Clienti e Reception) svolgono una delicata funzione di primo contatto con gli ospiti e le loro famiglie e durante il ricovero rappresentano per gli stessi un importante punto di ascolto e di orientamento occupandosi anche di aspetti amministrativi. Gli stessi servizi svolgono anche una importante funzione di comunicazione e marketing decentrata sugli specifici territori. L’innalzamento delle competenze specifiche in questo senso è diventato di fondamentale importanza in questo periodo in cui le tensioni dovute alla crisi economica hanno incrementato gli elementi di competizione tra le strutture.

BLS-D (BASIC LIFE SUPPORT)

Tema: FORMAZIONE SICUREZZA
Anno: 2010

OBIETTIVI FORMATIVI

Lo scopo del Corso BLS-D (Basic Life Support – Defibrillation) è quello di trasmettere le conoscenze volte a garantire il pronto riconoscimento del grado di compromissione delle funzioni vitali, agire dando supporto alla ventilazione polmonare ed al circolo cardio-circolatorio per correggere la causa dell’arresto se è presente un ritmo defibrillante.

CONTENUTI

L’arresto cardiaco, se non trattato prontamente, diviene irreversibile. Obiettivo del corso è fornire ai medici e agli infermieri del Gruppo Segesta le competenze di base per un pronto intervento in caso di necessità.

IO VALGO! COMUNICARE IL VALORE DEL PROPRIO LAVORO

Data: 26 maggio 2016
Sede: RSA Ippocrate

DESCRIZIONE

Il Convegno ha affrontato il tema della sicurezza in sé stessi. La persona fragile ed il proprio famigliare hanno l’esigenza ed al contempo il diritto di rapportarsi con un personale che sappia comunicare non solo le prassi quotidiane e le informazioni ordinarie ma anche entrare in una dimensione di nobilitazione dell’intervento in cui il come, ovvero le attenzioni alla modalità di intervento, spesso supera in importanza l’intervento stesso.

DESTINATARI

Assistenti sociali, assistenti sanitari e personale di coordinamento dei servizi alla persona.

PARTECIPANTI

120 persone

DURATA

1 giornata (8 ore)

FRAGILITà E COMPLESSITà. TROVARE L’ARMONIA NELL’ARCIPELAGO DEI BISOGNI DELLA PERSONA E DEL CARE-GIVER

Data: 19 maggio 2016
Sede: RSA Ippocrate

DESCRIZIONE

Il Convegno ha avuto l’obiettivo di rispondere alla domanda centrale di come si possa districarsi in situazioni complesse tra bisogni esistenziali, psicologici, sociali, economici ecc. senza perdere di vista l’obiettivo principale della qualità della vita e quindi della qualità dell’intervento.

DESTINATARI

Assistenti sociali, assistenti sanitari e personale di coordinamento dei servizi alla persona.

PARTECIPANTI

120 persone

DURATA

1 giornata (8 ore)

PERSONE CON DEMENZA: IMPATTO CLINICO ED EVIDENZE SCIENTIFICHE DEI TRATTAMENTI PSICO-SOCIALI

Data: 24 marzo 2015
Sede: RSA Ippocrate

DESCRIZIONE

Il Convegno ha presentato e discusso la necessità di introdurre e implementare nuovi concetti, procedure e tecnologie nell’assistenza di persone con demenza, valorizzando la competenza ed esperienza a livello europeo per presentare gli approcci non farmacologici.

DESTINATARI

Medici, Infermieri, Psicologi, Educatori, Fisioterapisti, Logopedisti, Assistenti Sanitari, Assistenti Sociali e ad altre figure sanitarie e socio-sanitarie

PARTECIPANTI

350 persone

DURATA

1 giornata (8 ore)