My Korian

Terapia della bambola e Alzheimer

La terapia della bambola per favorire la diminuzione di alcuni disturbi del comportamento delle persone affette da Alzheimer o demenze.

terapia della bambola demenze alzheimer

Molte persone anziane affette da demenze o Alzheimer, sviluppano alcuni disturbi comportamentali che possono portare ad un peggioramento delle condizioni vitali e psicologiche. La terapia farmacologica, nonostante sia necessaria e utile al malato, spesso non è in grado di arrivare alla riduzione di tali disturbi, per cui entrano in gioco delle Terapia non Farmacologiche (TNF) in grado di alleviarli. La terapia della bambola è un metodo particolarmente utile ad aiutare la diminuzione di alcuni disturbi del comportamento, tramite l’accudimento della bambola terapeutica, grazie a cui l’anziano attive relazioni tattili affettive

terapia della bambola alzheimer

Terapia della bambola e Alzheimer

Il rapporto tra terapia della bombola e Alzheimer sta diventando sempre più importante e radicato nei percorsi terapeutici delle persone affette da demenze: la bambola, dapprima oggetto inanimato, diventa un bambino da accudire, curare, accarezzare, stringere e, in questa alternanza, si stimolano emozioni arcaiche, che vanno a diminuire i disturbi comportamentali.

La bambola

L’oggetto utilizzato nella terapia della bombola e Alzheimer si chiama “bambola empatica“, caratterizzata da un peso, una posizione delle braccia e delle gambe, da dimensioni, tratti somatici e materiali specifici per il ruolo che deve svolgere. La bambola empatica è stata pensata dalla terapeuta svedese Britt-Marie Egedius-Jakobsson, per il figlio malato. Avendo capito che questa particolare tipologia di bambole potevano aiutare anche altri bambini a esprimere emozioni e pensieri, si è pensato di proiettare la terapia anche sugli adulti.

terapia della bambola

Come funziona la terapia della bambola

Grazie al contatto visivo, alla manipolazione tattile, al dialogo e al contatto corporeo con la bambola, nel Paziente affetto di Alzheimer si possono diminuire disturbi del comportamento quali agitazione, ansia, wandering, apatia, disturbi del sonno, irritabilità, depressione. L’oggetto bambola riveste gradualmente un significato simbolico che ha l’obiettino di alleviare i disturbi comportamentali, stimolare i processi attentavi, facilitare i processi emozionali, stimolare il dialogo e la capacità relazionale, facilitare il rilassamento, stimolare la memoria.

Non ci sono dubbi, oramai, che le Terapie non Farmacologiche risultino efficaci nella gestione del disturbi del comportamento e sono, anzi, in grado di mantenere e migliorare le performance cognitive dei pazienti con demenza. Il processo che nasce tra terapia della bambola e Alzheimer, attiva un circuito di benessere del Paziente che si dimostra più tranquillo e sereno dopo averla accudita.

Gli utenti hanno guardato anche:

Il Gabbiano

Sanremo

Scopri i dettagli

Casa di Riposo a Milano San Giorgio

Milano

Scopri i dettagli

Casa di riposo a Villasanta (Monza) Villa San Clemente

Villasanta

Scopri i dettagli