Glicemia alta: cosa mangiare in estate? Consigli | Korian

My Korian

Glicemia alta: cosa mangiare in estate?

Glicemia alta, una condizione molto importante da tener monitorata, soprattutto nel periodo estivo. Infatti, pur non manifestandosi con sintomi evidenti, la glicemia alta ha un impatto particolarmente negativo sulla salute delle persone anziane.

La concentrazione di glucosio nel sangue, ovvero la cosiddetta “glicemia”, incarna un parametro delicato per la salute, in quanto lo zucchero rappresenta la fonte energetica primaria delle cellule: per questi motivi livelli sballati di glucosio nel sangue possono causare gravi complicanze.

I problemi ad essa legata, inoltre, non vanno mai in vacanza. Nei mesi particolarmente caldi, chi soffre di queste patologie deve prestare doppiamente attenzione, attuando una dieta che si affianchi ad un’attività fisica corretta e alla prevenzione dal caldo.

Per questa ragione oggi, con la bella stagione ormai giunta, noi di Korian vogliamo consigliarvi quali cibi preferire in estate in maniera tale da mantenere lontana l’iperglicemia. Buona lettura!

Iperglicemia: perché tenerla monitorata

Iperglicemia e indice glicemico, due definizioni che sentiamo molto spesso e che ci devono sempre mantenere allarmati. Con “iperglicemia” intendiamo quella condizione in cui si riscontrano valori elevati di glicemia nel sangue, mentre l’indice glicemico rappresenta la velocità con cui aumenta la glicemia in seguito all’assunzione di un alimento contenente carboidrati. Mantenere monitorata l’iperglicemia è fondamentale soprattutto per la prevenzione del diabete, poiché l’aumento significativo dello zucchero nel sangue è uno dei fattori di rischio della malattia stessa. Valori eccessivi della glicemia possono inoltre condurre anche a complicanze cardiovascolari, infarto ed ictus.

Sintomi glicemia alta

Sintomi della glicemia alta, come riconoscerli? Molto spesso l’iperglicemia non si manifesta con sintomi evidenti, motivo per cui risulta opportuno monitorare questo parametro periodicamente, con l’obiettivo di verificare che siano nella norma. In alcuni casi, un aumento di glicemia si può manifestare attraverso l’aumento della sete, stanchezza, perdita di peso, dolori addominali, aumento di urina e senso di nausea e vomito. Non appena si presentano, come sempre, è opportuno contattare il proprio medico di fiducia per esami approfonditi.

Dieta glicemia: dal movimento alle calorie

Oltre a rivolgersi alla propria figura medica di riferimento, una volta individuato un valore di glicemia al di sopra della norma, occorre apportare delle modifiche al proprio stile di vita. In estate, ovviamente nelle ore in cui il sole non risulti particolarmente caldo, è bene dedicare quotidianamente 30 minuti all’attività fisica moderata come camminare o passeggiare. Mantenere una buona idratazione bevendo almeno un litro e mezzo di acqua nelle 24 ore.

L’aspetto più importante si traduce poi nell’adottare un regime alimentare sano ed equilibrato attraverso una dieta mirata, improntata sulla riduzione di calorie assunte quotidianamente, e sulla valorizzazione di alimenti nutrienti e poveri di zuccheri evitabili.


Glicemia alta alimentazione:
consigli per l’estate

Glicemia alta e alimentazione: nei mesi estivi questo binomio rappresenta certamente un’associazione imprescindibile. Da giugno ad agosto è consigliabile evitare, come detto, cibi ricchi di zuccheri, preferendo invece legumi, frutta e verdura fresca, carne bianca e pesce. Scopriamoli insieme più nel dettaglio.

Alimenti consigliati 

Tra i cibi che non devono mai mancare, sicuramente ci sono gli ortaggi come fagioli, ceci e piselli, e la frutta fresca (magari come spuntino quando usciamo di casa: mele, pere, fragole e arance). Evitate a merenda e dopo cena i dolci industriali!

Ok, ma con moderazione 

Sono invece da utilizzare con moderazione frutti ad alto indice glicemico come fichi, uva e cachi. Inoltre attenzione a non esagerare con patate, oltre al classico riso.

Glicemia alta e alimenti da evitare: non tutta la frutta è buona 

Non tutta la frutta è da consigliare per chi ha la glicemia alta: evitate la frutta secca, i succhi di frutta industriali e la frutta sciroppata.

Spezie, importanti alleate 

I cibi conditi dalle spezie migliorano il metabolismo sia del glucosio che colesterolo, riducendo i livelli di zucchero nel sangue e quelli di insulina. In particolar modo suggeriamo curry, coriandolo, curcuma e zenzero.

 

Gli utenti hanno guardato anche:

SAD Servizi Assistenziali Domiciliari

Nardò (LE)

Scopri i dettagli

Residenza Prealpina

Cuvio (VA)

Scopri i dettagli

Casa di Riposo Città di Verona

Verona

Scopri i dettagli