Villa Costanza | Case di Riposo per Anziani e RSA Milano, Verona, Torino | Korian
Numero Verde: 800100510
CONTATTI

Villa Costanza

Rocca Priora (RM)

La Struttura Residenziale Terapeutico Riabilitativa Villa Costanza esplica le funzioni terapeutico- riabilitative e socio- riabilitative sia nei confronti di utenti di competenza psichiatrica, sia nei confronti di utenti che presentano una comorbidità per disturbi psichiatrici e per dipendenze patologiche.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria Covid-19 Korian continua a lavorare per tutelare la sicurezza e la salute dei suoi Ospiti e di tutto il Personale impegnato nelle Strutture. A tutti abbiamo già somministrato la terza dose.

All’interno della Struttura sono a disposizione 19 posti letto e vengono accolti di norma pazienti di età compresa tra i 18 ed i 45 anni, ancora in grado di mobilitare alcune competenze ed autonomie, per i quali è indicata una fase di contenimento e socializzazione e al contempo un allontanamento dall’ambiente familiare.
Il periodo di inserimento può variare da pochi mesi ad un massimo di due anni, secondo le disposizioni regionali e secondo il Progetto Terapeutico Riabilitativo Personalizzato (PTRP) elaborato in collaborazione con il Centro di Salute Mentale (CSM) di competenza.
Villa Costanza è costituita da un edificio circondato da un ampio giardino attrezzato per le attività. L’edificio occupa una superficie di quasi 700 mq.

Équipe

Psichiatra - Direttore sanitario e responsabile della struttura

Donato Leccisi

Assistente sociale

Francesca Pucci

Psicologa

Emanuela Lupo

Attività

Il trattamento in S.R.T.R. si propone come obiettivo prioritario il miglioramento globale della vita del paziente, attraverso la stabilizzazione delle condizioni psichiche, la prevenzione delle ricadute e di conseguenza il contenimento dei ricoveri ospedalieri, il consolidamento dei miglioramenti e il reinserimento del paziente nel contesto sociale. Per il raggiungimento di tali finalità si promuove l’acquisizione di abilità e competenze quali: abilità individuali nella cura di sé e nelle relazioni interpersonali; abilità espressive e comunicative; competenze individuali che favoriscano un recupero del livello di autonomia ed il reinserimento nella rete sociale.
Tutte le attività che vengono svolte all’interno della Srtr sono finalizzate a un processo terapeutico – riabilitativo. In particolare gli ospiti seguono:

  • Attività finalizzate allo sviluppo o al recupero di abilità sociali: interventi ricreativi, sociali, espressivi, attività sportive, interventi non strutturati;
  • Attività finalizzate allo sviluppo o al recupero di livelli di autonomia: cura di sé, igiene personale, uso di servizi pubblici, uso dei mezzi pubblici, gestione del danaro;
  • Attività finalizzate alla formazione al lavoro: giardinaggio, orticoltura, piccole attività artigianali, partecipazione a corsi di formazione, con eventuale erogazione di borse lavoro in collaborazione con i Centri di Salute Mentale di appartenenza;
  • Attività finalizzate alla gestione dei sintomi ed alla prevenzione delle ricadute: interventi psico-educazionali con il paziente e i familiari, colloqui di sostegno, psicoterapia individuale, psicoterapia di gruppo, psicoterapia familiare;
  • Attività con le famiglie: particolare attenzione è posta nel lavoro di collegamento con le famiglie degli utenti, con l’organizzazione di incontri periodici e di eventuali sedute di psicoterapia familiare.

All’interno della Struttura, oltre ai colloqui individuali, vengono svolti i seguenti laboratori terapeutici, condotti da uno o due referenti:

  • Terapie di gruppo: spazio libero e privo di giudizio in cui i pazienti possono confrontarsi e affrontare tematiche importanti della loro vita o del loro percorso comunitario. Gli interventi di tipo supportivo, solitamente di orientamento cognitivo, possono essere di tipo informativo-educativo, di sostegno, di supporto al problem- solving ed allo sviluppo dell’assertività, di riavvio all’autonomia funzionale, di condivisione tra pari. Gli interventi di tipo espressivo-elaborativo, solitamente di orientamento dinamico, possono essere di tipo speciale/focalizzato su aree o problematiche particolari finalizzate alla comprensione di determinate dinamiche interne e relazionali;
  • Laboratorio teatrale: l’attività teatrale, intesa come attività laboratoriale finalizzata alle relazioni all’interno di un gruppo, costituisce un prezioso spazio di lavoro, di conoscenza reciproca, di riflessione e di confronto. Il teatro di comunità ha lo scopo di facilitare un processo di integrazione sociale complesso ponendosi obiettivi a livello psicologico e educativo. La preparazione si avvale di tecniche di role-playing, simulate, lettura dei copioni e drammatizzazioni di personaggi e situazioni, favorendo cosi l’emergere di situazioni stimolo in grado di migliorare e gestire l’emotività, la comunicazione e il movimento all’interno di un contesto definito: Il progetto è finalizzato alla messa in scena di uno spettacolo, o di produzioni personali degli utenti, in un teatro;
  •  Terapia occupazionale: sessioni individuali periodiche di supervisione sul riordino e pulizia delle stanze, degli armadi, vestiti ed effetti personali, compreso il lavaggio e la stiratura dei propri vestiti; gruppi a turno di riordino del giardino;
  • Gruppi di lettura: quotidiani, riviste, racconti, etc.; alla fine della lettura viene intavolata una discussione sull’argomento trattato, in cui ognuno può esprimere il proprio parere; gruppo giornale: finalizzato all’acquisizione di capacità di scrittura, lettura e sintesi, impaginazione e tecniche giornalistiche;
  • Ginnastica, psicomotricità, espressività corporea, rilassamento, attività ludico-motorie;
  • La visione guidata del film: offre la possibilità agli operatori di porre gli utenti davanti ad alcune tematiche che vengono poi discusse in gruppo e che possono essere utili al lavoro terapeutico;
  • Laboratorio cucina: nel quale i pazienti imparano, oltre che a destreggiarsi in cucina, anche tecniche culinarie, a riconoscere i tipi di alimenti, conteggio delle calorie e dosaggi;
  • Laboratorio benessere: alcuni pazienti in trattamento con farmaci per patologie mentali possono presentare un aumento d’appetito che potrà a sua volta portare ad un aumento ponderale. Tuttavia, un regime alimentare corretto abbinato ad un programma di esercizio fisico è sufficiente a gestire l’aumento ponderale;
  • Ortoterapia: disciplina che usa piante e attività di giardinaggio come mezzo professionale in programmi di terapia e riabilitazione;
  • Gruppo di gestione delle emozioni: per rafforzare le capacità di comprensione, gestione e riconoscimento delle emozioni;
  • Gruppo delle relazioni significative: teso a favorire una migliore interiorizzazione delle rappresentazioni familiari;
  • Laboratorio artistico: utilizzando le tecniche e la decodifica dell’arte grafico- plastica, si persegue l’obiettivo di ottenere dall’utente manufatti che racchiudono pensieri ed emozioni che diventano simboli comunicabili;
  • Gruppo musica e inglese: comunicare, con l’aiuto dell’operatore, attraverso un codice alternativo rispetto a quello verbale utilizzando il suono e la musica, per aprire canali di comunicazione ed una finestra sul mondo interno dell’individuo. Dal punto di vista terapeutico essa diviene attiva stimolazione relazionale, emozionale e cognitiva finalizzata ad un migliore equilibrio e armonia psico-fisica. Il tutto arricchito da spunti di apprendimento della lingua inglese importante per il perseguimento di obiettivi di socializzazione ed integrazione interculturale;
  • Gruppo calcetto: offre la possibilità di divertirsi, fare attività fisica e lavorare in squadra, stimolando il lavoro di gruppo e l’acquisizione e tolleranza di regole sociali.
  • la visione guidata del film: offre la possibilità agli operatori di porre gli utenti davanti ad alcune tematiche che vengono poi discusse in gruppo e che possono essere utili al lavoro terapeutico;
  • Laboratorio cucina: nel quale i pazienti imparano, oltre che a destreggiarsi in cucina, anche tecniche culinarie, a riconoscere i tipi di alimenti, conteggio delle calorie e dosaggi;

Eventi

Rassegna Stampa

Le notizie del blog

27 Giugno 2022

Mamme in equilibrio a bosco della stella: un’occasione per prendersi cura di sé

“Mamme in Equilibrio” è una proposta rivolta alle operatrici della struttura Korian, che si snoda attraverso il Counseling Filosofico, incoraggiando l’individuo a rafforzare la fiducia nelle proprie competenze, e a comprendere se stesso.

LEGGI TUTTO >

reflusso gastroesofageo rimedi naturali

31 Maggio 2022

Reflusso gastroesofageo rimedi naturali: come eliminare il bruciore

Se provate un bruciore intenso, accompagnato da un rigurgito acido che proprio non riesce a farvi dormire sonni tranquilli, potreste soffrire di reflusso gastroesofageo.

LEGGI TUTTO >

30 Maggio 2022

RSA Bernina e Vicinixcaso: una collaborazione vincente a sostegno della comunità

RSA Korian Bernina e ViciniXCaso, realtà nata dall’intuizione della Cooperativa Forme, si sono messi a disposizione della Comunità, diventandone parte attiva attraverso un aiuto concreto nella risposta ai diversi bisogni quotidiani.

LEGGI TUTTO >

Dove puoi trovarci

Villa Costanza

Tel: 06 9470223

Via Belmonte, 74
00079 Rocca Priora (RM)